“Nel buio della notte” di Micol Fusca: un libro dalle emozioni forti!

a cura di lalibreriadimommy.altervista.org

Si professa un libro un Fantasy, ma credo sia molto di più che un Fantasy perché, leggendolo con molta calma e attenzione, tratta tematiche forti e profonde come la paura, la gelosia, il rancore, la violenza e, soprattutto, l’amore in moltissime sfaccettature. Questa è la storia di un bambino di nome Nicolas gravemente malato, il cui fratello, notando tutta l’attenzione verso il maggiore, diventa geloso e una notte, lasciando la finestra aperta, desidera che un mostro entri da lì e si divori Nicolas.

continua a leggere sul sito

Acquista su www.giovaneholden.it

“L’Orsa” di Raffaella Imbrìaco: una lettura che rapisce, incanta e, allo stesso tempo, induce alla riflessione

a cura di ildifforme.it | Red Cal

È stato recentemente pubblicato e diffuso su scala nazionale il romanzo “L’Orsa”, di Raffaella Imbrìaco, edito dalla Giovane Holden Edizioni. L’opera racconta di una ragazza tedesca che vive nel terribile momento storico dell’Olocausto e che, dopo una iniziale, entusiasta condivisione degli ideali nazisti, accettando un lavoro che le viene offerto dal partito in un campo di concentramento, si rende conto di far parte, suo malgrado, di un organismo di morte. La presa di coscienza di ciò e la riabilitazione morale, frutto di un lungo e difficile percorso, costituiscono il tessuto narrativo del romanzo.

continua a leggere sul sito

Acquista su www.giovaneholden.it

“Nero di Mummia” di Emanuela Signorini: raccolta fantasy dalle tinte gotiche per chi ama le leggende

a cura di unavaligiariccadisogni.it | Marta Peroni

Leggere di streghe è sempre stata una delle mie più grandi passioni. Sono letture che avevo messo un po’ da parte, ma che spero di riprendere presto. Al Salone del Libro mi aveva colpito moltissimo una raccolta di racconti: Nero di Mummia, di Emanuela Signorini, pubblicata da Giovane Holden Edizioni. Attirata dalla meravigliosa copertina, opera di Daniele Serra, un artista che mi lascia sempre senza parole per la bellezza dei suoi lavori, sono poi rimasta colpita dal tema, le streghe, appunto. 

continua a leggere sul sito

Acquista su www.giovaneholden.it

“Una volta… c’era…!” di Milena Mazzini: la magia delle fiabe antiche nei frenetici tempi moderni

a cura di unatazzaricolmadilibri.altervista.org

Una storia fiabesca, con tanto di intramontabili guest star, propone un’interessante riflessione sul tempo in cui stiamo vivendo, un periodo in cui il progresso procede a ritmi accelerati rischiando di far perdere l’amore per i gesti semplici, per i momenti di condivisione e per le storie intramontabili che hanno allietato tante generazioni di bambini.

continua a leggere sul sito

Acquista su www.giovaneholden.it

“L’alveare” di Emilia Giorgetti: un romanzo dolceamaro, che accarezza e colpisce

a cura di puntozip.net

La quotidianità è un susseguirsi di giorni, settimane e mesi che l’uomo ha sempre raccolto in stagioni dove feste, vacanze, scuola e ricorrenze piccole e grandi segnano la sicura regolarità di un tempo che passa. eppure sembra rimanere sempre lo stesso.
Ma quella che sembra una sicurezza può essere sempre messa in discussione e provocare spaesamento, trasformazioni e cambiamenti che lasciano il segno nella nostra esistenza.

continua a leggere sul sito

Acquista su www.giovaneholden.it

“Una stroria come un’altra” di Rosa Galli Pellegrini: un affresco di vite vere

a cura di rinascitaoggi.it | Flora Fusarelli

La quarta di copertina potrebbe far pensare a un giallo, ma il romanzo di Rosa Galli Pellegrini è qualcosa di molto diverso; è una storia che prende spunto dalla sparizione di una giovane donna durante il periodo della pandemia, per fare un ritratto dei suoi protagonisti. Si tratta quasi di un romanzo corale, che al di là del punto di partenza, arriva molto molto lontano e infine, solo nell’epilogo, ritorna all’origine per chiudere il cerchio.

continua a leggere sul sito

Acquista su www.giovaneholden.it

“La Casa del melograno” di Simona Bertocchi: la nascita dell’imprenditoria al femminile e l’emancipazione delle “signore del tessile”

a cura di Repubblica.it | Alessandra D’Acunto

Con la sua opera corale ambientata nella Firenze del Risorgimento, la scrittrice ed organizzatrice del Festival del romanzo storico Simona Bertocchi, che abbiamo intervistato, racconta un’epoca attraverso le vicende della famiglia Martini e della sua prestigiosa impresa di tessuti. I personaggi femminili della ‘Casa del melograno’ segnano l’affermazione a piccoli grandi passi delle donne in una società che le lascia ancora a margine, attraverso circoli culturali ma anche imprese “scabrose” come una marca di lingerie.

continua a leggere sul sito

Acquista su www.giovaneholden.it

“Resilienza” di Anna Violi: una storia di quotidianità

a cura di librimagnetici.blogspot.com | Marisa Cecchetti

Che cos’è la resilienza? Davvero pochi di noi lo sanno e soprattutto come affrontarla e renderla concreta. Sara è da sempre una solitaria, troppo buona, remissiva al punto da collezionare sconfitte su sconfitte, per contrastare quella necessità di capire davvero se stessa.
Figlia di due genitori che non si sono mai amati, moglie abbandonata da un marito che non l’ha mai voluta davvero, si ritrova in quella casa sul mare lasciatale dal nonno, che diventa il luogo ideale per riaccendere in lei il gusto dimenticato della vita.

continua a leggere sul sito

Acquista su www.giovaneholden.it

“Fortuny” di Paola Gianoli Caregnato: libro breve ma intenso

a cura di librimagnetici.blogspot.com

Un disegno, una tela, una stoffa; mani che si muovono, forbici che tagliano; la creazione innovativa del plissé applicato ad un modello.
Questo è Mariano Fortuny, un uomo, un figlio, un artista spinto dall’amore per la creazione e che ne ha fatto un tributo alla bellezza femminile nel suo atelier a Venezia.
In questo breve, ma intenso libro troviamo non tanto la storia di una famiglia quanto quella di una passione per la bellezza espressa attraverso un sentimento.
Un sentimento partito da quel nonno, pittore e artista, poi attraverso sua madre Cecilia e sua moglie Henriette, l’una espressione di quello spirito artistico, l’altra necessaria compensazione della ecletticità di madre e figlio.

continua a leggere sul sito

Acquista su www.giovaneholden.it

“Resilienza” di Anna Violi: una storia che acquista una tensione interna sempre maggiore

a cura di tellusfolio.it | Marisa Cecchetti

Anche Sara, la protagonista del romanzo di Anna Violi, forse ha ricevuto da qualche fata il dono dell’ubbidienza, abituata com’era a correre dalla madre quando glielo gridava solo per misurare la propria autorità, dimenticandosi poi la ragione per cui l’aveva chiamata. E che il marito, con le valigie in mano al momento di lasciarla, ha definito “comprensiva, generosa, sempliciotta, ingenua, romantica e idealista”.

continua a leggere sul sito

Acquista su www.giovaneholden.it