“Chiamami papà” di Marco Palagi: un romanzo che lascia vibrare corde vere che risuonano ancora, a lettura conclusa, come un eco…

a cura di close-up.info – Alessandro Izzi

Ha tutto il sapore del cinema indie americano, questo Chiamami papà, romanzo di Marco Palagi edito da Giovane Holden edizioni nel 2020.
Ha il sapore di un cinema piccolo, ma vitale, che affollava (prima del Covid) le vetrine di un Festival come il Sundance di Robert Redford, o come il Tribeca di De Niro e che poi arrivava sui nostri schermi quasi in sordina, per le programmazioni d’essay di chi era alla ricerca di un cinema d’autore senza stravizi o eccessi di intellettualizzazione.
Un cinema multietnico, a dirla tutta, che parla italoamericano, ma che strizza l’occhio, con inesausta nostalgia, alle vecchie commedie romantiche anni ’80 e ’90, discendenti, a loro volta, dalla grande tradizione del cinema di un Lubitsch che ancora ci indica la strada di una perfezione irraggiungibile.

continua a leggere sul sito

Acquista il libro in versione cartacea o in versione e-book

“Last Taxi Driver” di Lee Durkee: umorismo e onestà sul sedile di un taxi scalcinato

di Marco Palagi

Un libro fantastico. Vero, triste, divertente, a volte terrificante. Un ritratto della vita di un tassista di mezza età – romanziere fallito – che traghetta come un moderno Caronte nel suo taxi anime più o meno selvagge, spezzate, figlie delle storie tanto amate di Bukowski e Vonnegut. In mezzo a un flusso di personaggi oltremodo sconcertanti, Lou Bishoff in un solo giorno va da una parte all’altra del Mississippi con la sua Lincoln scassata, con deodoranti a forma di Shakespeare, disquisendo su Ufo, tossicodipendenza, mollando clienti in un Motel scalcinato, litigando, imprecando nel traffico, rimettendosi agli ordini del suo capo che lo obbliga, forse, ad essere complice degli altri ma anche di un paese in difficoltà e succube di Uber. Gli alcolisti, i pazienti trapiantati, una “fidanzata letargica”, le vecchie signore e i drogati sono un grande quadro della vita che, dal sedile posteriore di una Town Car, entrano con irruenza nella nostra esistenza, ci fanno sentire meno in colpa per la rabbia quotidiana che riversiamo spesso sugli altri e ci mostrano il buono e il cattivo dell’oggi.
Se abitassi dalle parti di Lou mi farei scorrazzare in giro, sul sedile anteriore, per essere complice e testimone, con lui, della nefandezza umana. Imprecando contro gli automobilisti, ovviamente! Ma con umorismo e onestà, come fa Lee Durkee in questo divertente e originale libro.

Acquista sul sito dell’editore

“Chiamami papà” di Marco Palagi: un libro che fa riflettere sulla vita

a cura della Biblioteca Don Peppino Lannia

Il libro di Marco Palagi prende vita da un amore finito e da uno iniziato. Dalle insicurezze e dalle immaturità che molte volte si accompagnano alla vita e che diventano sempre più evidenti  nell’attesa di un figlio e dal loro crollo non appena quel figlio si può stringerlo tra le braccia. I personaggi di Chiamami papà sono Lorenzo, reduce da un matrimonio fallito, e la sua nuova compagna Linda, ma quello principale è la piccola Emma che, come tutti i bambini, ha in se un’innata, innocente  capacità di amare, che forse più che imparare dovremmo essere capaci di ritrovare. La narrazione di Marco Palagi scorre senza forzate sottolineature dei momenti meno felici e con una delicata esposizione di quelli più commoventi. Chiamami papà è un  libro che ci permetterà di riflettere su qualcosa che la vita, con il suo carico di affanni e con i suoi ritmi sempre più veloci, forse ci ha fatto perdere lungo la strada e che, comunque, è necessario recuperare.

Continua a leggere sul sito

Acquista il libro in versione cartacea o in versione e-book

“Chiamami papà” di Marco Palagi: l’amore e un mondo di tenerezza

a cura della scrittrice Deborah Greco

Adoro quando capita che parole di uno scrittore riescano a risuonare in modo così naturale dentro di me… Questa è la magia che è accaduta con il libro di Marco Palagi “Chiamami papà”. Il sentimento predominante del libro è sicuramente l’amore mixato con un mondo di tenerezza, dove il protagonista Lorenzo (che per inciso vorrei aver avuto come papà) si mette a nudo in tutte le sue insicurezze dando spazio dentro di sé a quel meraviglioso mondo che aspettava di uscire allo scoperto. Lorenzo ed Emma diventeranno parte della vita del lettore.

Acquista il libro in versione cartacea o in versione e-book

Intervista a Marco Palagi, autore del romanzo “Chiamami papà”

a cura della redazione di atuttovolumelibri.it

1 – Come è nata l’idea di scrivere il tuo libro “Chiamami papà”?

Nasce circa quattordici anni fa, dopo aver pubblicato il mio precedente romanzo “L’amore è un campo di battaglia”, dal quale ho ripreso il protagonista Lorenzo. Sentivo che il personaggio poteva dire ancora qualcosa, volevo che crescesse e trovasse il suo equilibrio e mi divertiva scrivere delle avventure di un becchino. Inoltre, ho sempre desiderato un figlio e poter raccontare una storia sulla paternità è stato un modo per “realizzare” in qualche modo questo mio desiderio.

2 – Mi descriveresti il tuo libro con tre aggettivi?

Vero. Doloroso. Tenero.

Continua a leggere sul sito

Acquista il libro in versione cartacea o in versione e-book