“Caravaggio. Ai confini del buio” di M. T. Landi e L. Tola: una piccola chicca da non lasciarsi sfuggire per chi ama l’arte

a cura di notonlybooks96.blogspot.com

Attraverso la voce di una donna che l’ha amato e protetto nonostante i suoi difetti, prende vita la storia di Caravaggio, fatta di luci e di ombre. Caravaggio è un personaggio controverso, ed è sempre visto come tale, persino dai suoi contemporanei: questo piccolo volume di appena 115 pagine è stato capace di cogliere perfettamente questa sfumatura. Ma il libro non si limita a un mero racconto della vita dell’artista; segue anche il suo percorso artistico, descrivendo le scelte visionarie e in contrasto con i tempi che Caravaggio prende, delineando quel suo sguardo controcorrente che tanto affascina i moderni.

continua a leggere sul sito

Acquista su www.giovaneholden.it

“Sono immagini dell’alba” di Marisa Cecchetti: una scrittura limpida, piana, misurata

a cura di recensione.blogspot.com | Luciano Luciani

Presenza discreta ma tenace nei territori non vastissimi della scrittura di qualità, in prosa e in versi, Marisa Cecchetti ha saputo conservare il dono di una rigorosa fedeltà al proprio mondo. 
Una condizione questa, che, comunque non ingenera nel Lettore nessuna sensazione di noia o monotonia, perché a ogni antologia di racconti, a ogni silloge poetica, l’Autrice toscana riesce a sorprenderti sempre: ora aggiungendo non poche originali nuance al proprio discorso poetico; ora illuminando di nuova luce talune zone della percezione rimaste in ombra, ora rendendo più ficcanti, incisive e civilmente impegnate le incursioni nella memoria. 

continua a leggere sul sito

Acquista su www.giovaneholden.it

“L’oscurità dell’anima” di Anna Maria Lella: un libro che conquista, penetra nel profondo e scava

dalla redazione di lesfleursdumal2016.wordpress.com

Cosa posso mai dire della penna di Anna Maria Lella?
Poco, pochissimo.
Ed è il primo indizio che fa comprendere a te mio lettore, come ci si trovi di fronte a uno stile maturo, raffinato e complesso.
E quindi la mai anima e il mio senso estetico, gongolano.
Meno le mie dita nervose, desiderose di imprimere il loro passaggio sui tasti. Perché lo sapete oramai, quando un libro è bello è molto difficile descriverlo.

Continua a leggere sul sito

Acquista il libro in versione cartacea o in versione e-book

Intervista a Marisa Cecchetti, autrice della raccolta di racconti “Sono immagini dell’alba”

a cura di dasapere.it

In libreria per Giovane Holden Edizioni la nuova preziosa raccolta di racconti “Sono immagini dell’alba” dell’ottima Marisa Cecchetti, che torna a parlare ai suoi lettori e condurli nei luoghi del suo sentire, luoghi protetti dalla distanza del tempo, ma non così tanto da non poter essere raggiunti ed amati. Marisa in questa intervista ci racconta qualcosa di più, ma il modo migliore di incontrare la sua poetica è leggere le sue pagine che non mancheranno di investirvi di bellezza.

Quando capisci che una raccolta è conclusa?
Questa raccolta comprende un arco temporale che recupera gli anni’70, poi prosegue rapidamente verso i giorni nostri, fino a scandire lo stupore e la paura davanti al dilagare della crisi pandemica ed alle sue conseguenze sui nostri comportamenti. Mi sono fermata lì, quando era diffusa la fiducia nel futuro, quando si era consapevoli del sacrificio che ci era stato richiesto con il confinamento e continuavamo a ripetere che ce l’avremmo fatta. Ho voluto sottolineare quella apertura alla speranza.
Ma in ogni progetto di scrittura sento quale è il confine, dove mi devo fermare.

continua a leggere sul sito

Acquista su www.giovaneholden.it

“Adele” di Stefano Ceccanti: una storia di famiglia

a cura di rinascitaoggi.it

Per Giovane Holden Edizioni, Stefano Ceccanti pubblica Adele: il suo primo lavoro narrativo. Un romanzo breve scritto con una penna un po’ acerba che all’autore, giovanissimo e alla sua prima esperienza di pubblicazione, si perdona di sicuro.

Dalla sinossi:

«Adele, la protagonista, e la maggiore delle prozie del giovane scrittore, era malata di epilessia, e fu condannata a una vita di reclusione e solitudine. Secondo i documenti di famiglia, pare che ci fosse anche lei tra le Libere donne di Magliano di Mario Tobino: Stefano Ceccanti ha voluto immaginare una sorte diversa per lei, nel tentativo di averle reso la giustizia che al tempo le fu negata».

Un riscatto, dunque. Un riscatto postumo e “per interposta persona”. Una storia di famiglia nella quale spiccano alcuni temi importanti inseriti nella cornice storica che va dal 1914 al 1949 sotto le bombe della guerra e i fatti politici.

continua a leggere sul sito

Acquista il libro in versione cartacea o in versione e-book

Intervista a Giacomo Barba, autore di “Non dite a Romeo che Giulietta mi piace”

a cura di informareonline.com | Fabio Russo

Trent’anni fa, tra i banchi di scuola dell’Istituto Francesco Coppola di Pinetamare, condividevo con lui la passione per la scrittura, ma anche per la musica, il cinema, i fumetti. L’arte in genere era il collante che unì la nostra amicizia. Notai subito il talento di una “penna” formidabile. A 14 anni Giacomo Barba maneggiava uno stile narrativo già forbito ed interessante. In lui si fondevano, in un armonioso equilibrio, i temi della letteratura più classica da un lato e un linguaggio spregiudicato ed ironico dall’altro, qualità che possiede ancora. Oggi è un professore di lingue straniere, che con trasporto tramanda ai suoi alunni la cultura del “bello”, ma continua parallelamente il suo percorso di scrittore. “Non dite a Romeo che Giulietta mi piace” (Giovane Holden Edizioni) è il suo terzo romanzo.

continua a leggere sul sito

Acquista il libro su www.giovaneholden.it