“Il filo rosso” di Anita Orso: un romanzo che ci lascia un messaggio di speranza

a cura di librimagnetici.blogspot.com

A volte ci capita di chiederci se i genitori si possano scegliere, e questo accade quando, fin da piccoli, capiamo di essere diversi e non in senso positivo. Diversi perché abbiamo sempre la stessa maglietta, che inizia a diventare sempre più sporca o troppo piccola, per le scarpe che iniziano a rompersi e non scaldare più i piedi, per quella mamma, che una volta era sorridente e profumava di buono, e che invece ci trascina con lei sempre più nel buio di un’infanzia che di infanzia non ha nulla.

continua a leggere sul sito

Acquista su www.giovaneholden.it

Intervista ad Anita Orso, autrice di “Il filo rosso”

a cura di nerdsbay.it

1. Per cominciare, ti andrebbe di dirci di cosa parla il tuo libro e a chi consiglieresti di leggerlo?

Il filo rosso parla di due fratelli che crescono in un ambiente difficile per vari motivi e che cercano di salvare sé stessi, nonostante tutto. Da lettrice posso dire che sono molto selettiva, per questo motivo, a chi consigliare la lettura del libro “Il filo rosso” mi risulta piuttosto difficile. Ti posso dire, però, che finora ho avuto dei riscontri da lettori disomogenei per età e genere e quindi… leggetelo!

continua a leggere sul sito

Acquista su www.giovaneholden.it

S03E05 Podcast Vitamina L: Jolanta Maria Czarnomorska e “Dio non c’è, dorme”

Ascolta su Spreaker | Guarda e ascolta su Youtube | Ascolta su Spotify

Vitamina L raccoglie i contenuti degli Autori della casa editrice Giovane Holden Edizioni
Ogni lunedì alle ore 18 intervista a un Autore per parlare del suo libro e non solo.
L’Autore risponde, inoltre, anche a 5 domande tratte dal Questionario di Proust.

Per saperne di più…

“Due a due” di Grazia Marzolla: una storia semplice, ma ricca di valori

a dura di atutttovolumelibri.it

La storia è indubbiamente molto scorrevole, ma altrettanto intensa e profonda. Ci sono capitoli che si alternano tra presente e passato regalando ulteriori informazioni e dettagli, arricchendo, in tal modo, l’intera vicenda. I personaggi sono ben descritti da permetterci di immaginarli e, a volte, di provare le loro stesse sensazioni. Inoltre, l’autrice ha inserito anche temi importanti (in particolare uno che lascio a voi scoprire) e ritengo sia importante che se ne parli nella nostra società.

Continua a leggere sul sito

Acquista il libro in versione cartacea o in versione e-book

“Se domani ti arrivano dei fiori” di Alida Airaghi: un romanzo che non dà risposte…

a cura della redazione di sololibri.net

Bisogna fare attenzione a maneggiare il romanzo di Alida Airaghi Se domani ti arrivano dei fiori (Giovane Holden edizioni, 2021), perché non è di quelli che passano veloci, ma rimane addosso come un grosso sasso. È spigoloso, benché la struttura sia anche semplice: due punti di vista sulla stessa storia, o meglio, sulla fine della storia d’amore tra Luigi e Beatrice. 

Continua a leggere sul sito

Acquista il libro in versione cartacea o in versione e-book

“Se domani ti arrivano dei fiori” di Alida Airaghi: una narrazione impietosa, inquieta che arriva dentro il lettore come uno stiletto

a cura della redazione di mangialibri.com

In procinto di separarsi Beatrice e Luigi, coniugi quarantenni, decidono di confrontarsi, raccontandosi la loro storia, dal suo esordio lungo gli avvenimenti, i fatti, i pensieri che l’hanno condotta alla fine, al distacco. Luigi è un giovane proveniente da famiglia di gente umile che vuole rivoluzionare il mondo, è scomposto, scapigliato e conquista Beatrice giovane bella e proveniente da una famiglia agiata alla quale Luigi fa fatica a credere di poter anche solo piacere. Troppa la distanza tra loro, ma forse è proprio quella diversità che li tiene avvinti. 

Continua a leggere sul sito

Acquista il libro in versione cartacea o in versione e-book