“Se mi porti con te” di Marisa Cecchetti: poesia intensa, fatta di solitudini e abbandono

dalla redazione di ilsaltodellaquaglia.com – A cura di Giordano Lupi

Marisa Cecchetti è pisana di san Giuliano, scrive racconti e traduce, soprattutto è poetessa sensibile e colta. Ho avuto modo di apprezzare il suo Come di sola andata (Il Foglio) ma anche diverse opere precedenti uscite con Giovane Holden (Il tavolo anticoMi rotola il vento …) e con altri editori (Nonostante la rosa, Lietocollle). La breve raccolta Se mi porti con te (disponibile anche in e-book), affronta il tema della reclusione forzata, nei giorni del lockdown, quando fuori era primavera e noi dovevamo fingere di non saperlo.

Continua a leggere sul sito

Acquista il libro in versione cartacea o in versione e-book

“Se mi porti con te” di Marisa Cecchetti: invito alla resistenza attraverso l’attaccamento alla bellezza del vivere

a cura della redazione di Alleo.it

Una copertina che sa di teatro: una maschera nuda, “ferita” da linee che spezzano il colore rosso pompeiano di un immaginario sipario, lacrima una sua trasfigurazione sospesa. È questa l’acrobazia grafica, bellissima e ricca di significati, che apre e racchiude Se mi porti con te, una silloge poetica di Marisa Cecchetti.
Sono 27 liriche che raccontano il pietrificarsi della vita sotto il gelo del Covid che ancora paralizza la nostra esistenza, il lento inesorabile debraille che corrode e corrompe il nostro habitat spirituale e mentale. Un bombardamento di meteore sulle nostre coscienze.

Continua a leggere sul sito

Acquista il libro in versione cartacea o in versione e-book

E tu hai detto lo faremo ancora…

dalla redazione di Poetarum Silva

E tu hai detto lo faremo ancora
-quando sei scesa ridendo dalla macchina-
di rubare un pezzetto di giornata
per noi soltanto -ed era una mattina
di gelo e sole ghiaccio con la brina
sopra gli steli secchi- ma la pasticceria
era calda di zucchero e di voci
e ci siamo sedute a un tavolino tondo
con le sedie rotonde e bianche
e il tuo tè fumante e il mio caffè

abbiamo ricolmato l’intervallo
a voce sguardi e gesti
intercorso tra noi di qualche mese
fitto il parlare come ragazzine
che parlano d’amore -ma non era quello

era la nostra comune passione per la vita
che ha cancellato intorno
altre voci e presenze in un tempo svuotato
finché non è scaduta
l’ora di libertà.

Continua a leggere sul sito

Acquista il libro in versione cartacea o in versione e-book

Il ruolo del tempo nelle nostre vite

di Annagloria Del Piano

“Quello che appare filo conduttore di Mi rotola il vento, ultima silloge di Marisa Cecchetti, è il ruolo del tempo nelle nostre vite. Tempo di esistenza passata e presente, a cui non si soggiace soltanto, ma che può essere riempito e direzionato da noi, certo non sempre, ma più spesso di quanto si pensi.
Nella poetica dell’autrice entrano scene di vita quotidiana, così come riflessioni personali e quadri che incorniciano in versi le immagini di una natura amica e piena di risorse.
Sono tre le sezioni della raccolta; nella prima, “Uguali le genti”, un forte accento viene posto dalla poetessa sulla bellezza dell’incontro con l’altro, che è sempre confronto e condivisione e diventa, soprattutto, uso migliore del tempo che ci è dato, un susseguirsi di attimi e di giorni che non vanno sprecati, ma rispettati e riempiti d’amore.”

Continua a leggere sul sito

Acquista il libro in versione cartacea o in versione e-book