“Questo ondulare della terra”: presente e passato si mescolano nell’ultimo libro di Marisa Cecchetti

a cura di luccaindiretta.it | Luciano Luciani

In prosa o in poesia, da almeno vent’anni, le pagine di Marisa Cecchetti ci riservano sempre piacevoli sorprese e più di un motivo per emozionarci. Non fa eccezione, ancora fresco di stampa, Questo ondulare della terra, GH, 2022, un poemetto di 14 stanze, versi sciolti e di misura diversa, in cui, senza un ordine, si mescolano il presente e il passato dell’autrice: modesto e quotidiano, ma non privo di anfratti complicati e bordi taglienti il primo, privo, il secondo, di qualsivoglia nostalgia per un buon tempo antico che non è mai stato tale.

continua a leggere sul sito

Acquista su www.giovaneholden.it

“Poesie di un immigrato” di Luca Marroni: una silloge che invita a sperimentare le emozioni, a cercare la bellezza, a conoscere gli orrori della vita…

a cura della redazione di lleggendoinsieme.blogspot.com

La silloge è un viaggio dell’eroe contemporaneo che scopre se stesso nei suoi flussi di emozioni e pensieri. Immigrato è colui che scrive, immigrato è colui che legge, immigrato è l’eroe mosso da un’urgenza interiore a fluire in un percorso sinuoso che non è di liberazione, ma di consapevolezza e manifestazione. Le prime due liriche che compongono la silloge “Stella cadente” e “Il cuore in gola” ben rappresentano questa spinta iniziale. Il leitmotiv di tutta la raccolta è dunque l’immigrazione, tematica che coinvolge le vicende attuali globali, ma che allo stesso tempo emerge come condizione umana ineluttabile.

Continua a leggere sul sito

Acquista il libro in versione cartacea o in versione e-book