“Le armi dei vinti”: Le storie di due dei più leggendari guerrieri della letteratura

dalla redazione di Critturaviva.it – A cura di Enza Salpietro

Condensa in sé la rigorosa ricerca dei romanzi storici, l’adrenalina dei racconti di avventura e la suspence dei gialli. E’ uscito nelle scorse settimane per la casa editrice Giovane Holden “Le armi dei vinti”, il nuovo romanzo di Stefano Motta, scrittore brianzolo, noto nel Meratese per aver ricoperto fino al dicembre 2019 la carica di preside del Collegio Villoresi. “Non è il mio ultimo libro visto che la stesura risale a quattro anni fa – racconta Motta, che negli ultimi due anni ha dato alle stampe LaleDi vento forte. Cercando un legno nella foresta ferita dalla tempesta Vaia e Latte e Ghiaccio – . Diciamo che rispetto ad altri lavori, questo aveva bisogno di sedimentare. Le sue pagine raccontano la storia intrecciata di tre “vinti”, che attraverso la sconfitta sono divenuti eroi”.

Continua a leggere sul sito

Acquista il libro in versione cartacea o in versione e-book

“Gocce di vino su fogli bianchi”: pensieri, poesie e racconti di un ragazzo di San Miniato

dalla redazione di Ilcuoioindiretta.it

“Il secondo album è sempre il più difficile nella carriera di un artista”, recita una vecchia canzone di Caparezza. Ma questo ritornello, così come per la musica, è generalmente considerato valido anche per tutte le altre espressioni artistiche. Così, anche per gli scrittori, il secondo libro è come un banco di prova, un test di resistenza. E questo lo sa bene Andrea Calugi, un ragazzo di 37 anni di La Scala di San Miniato, che per la seconda volta ha deciso dare sfogo alla sua passione e pubblicare Gocce di vino su fogli bianchi, una miscellanea (così si chiama il genere tra gli addetti ai lavori) edito da Giovane Holden Edizioni di Viareggio.

Continua a leggere sul sito

Acquista il libro in versione cartacea o in versione e-book