“Il portale del tempo”

Convenzionali

di Gabriele Ottaviani

Questa è l’ultima storia che ti racconto…

Il portale del tempo, Anna Violi, Giovane Holden. A vent’anni di distanza da quando se n’è andato, e solo perché la sorella, rimasta nella casa di famiglia con tre figli e due zie che non si sono mai sposate, ha insistito, Domenico, sposatosi, separatosi, padre di un figlio, insegnante di liceo, torna da Roma in Sicilia per riprendere e finalmente concludere tutti quei discorsi rimasti in sospeso, voltare definitivamente pagina rispetto a un passato che certo ha contribuito a renderlo quello che è, ma che non ha mancato di lasciargli sulla pelle cicatrici dolorose. Nella vita però, a un certo punto fare pace con sé stessi e con i propri fantasmi diventa la sola cosa che conta: così… Appassionante e profondo.

View original post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.