“Odio comandato”

Convenzionali

di Gabriele Ottaviani

Odio comandato, Luca Pellizzoni, Giovane Holden. Nell’inverno del millenovecentoquarantaquattro sulle montagne piemontesi un gruppo di partigiani tende un’imboscata a una formazione di SS: il crudele maresciallo nazista obiettivo dell’azione però sopravvive e, ferino, va coi suoi all’inseguimento dei guerriglieri. Su un altopiano remoto pertanto si consuma il tragico rito di uno scontro estremo e inumano, in cui c’è solo un petalo di purezza, la piccola Sara, resa muta da un dolore troppo grande, rimasta coi nonni tra i monti innevati. E… Splendido.

View original post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.