“I segni nascosti”

Convenzionali

di Gabriele Ottaviani

I segni nascosti, Giancarlo Corsetti, Giovane Holden. La pacifica convivenza tra uomini e orchi è venuta meno e Gösta, Re di Grande Settentrione, è costretto perciò a guidare la temibile compagnia dell’Aquila Rossa contro i nemici. Dopo nove anni di guerra sanguinosa, dai risultati incerti, il sovrano riesce a catturare il serpente-drago Urian e a porre fine al conflitto scagliandolo contro gli orchi prima di confinarlo tramite un sortilegio sull’Altopiano, lasciando di fatto alla sua mercè gli abitanti della regione. Ma… Epico, allegorico, stimolante.

View original post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.