Intervista a Michele Visconti, autore di “Croce e testa” su Cinquecolonne

a cura di cinquecolonne.it

Roberto Russo è uno sfaccendato giovane playboy che cerca di riprendere il filo della sua vita. Ci sono degli aspetti del carattere del protagonista che sono anche i suoi?

No, non credo. La storia nasce da un racconto che mi fece uno sconosciuto in un bar del porto a Napoli, di notte. Cominciò a raccontarmi dei night e degli alberghi dove era stato. Ogni volta cercava il nome dei night sul telefono per dimostrarmi che i suoi racconti erano veri, gli dicevo che non c’era bisogno, gli credevo. La serata fu goliardica, ero con degli amici e questo tipo ci fece passare una serata divertente. Nei giorni seguenti emersero delle riflessioni e maturai l’idea che fosse possibile scriverci qualcosa.

continua a leggere sul sito

Acquista su www.giovaneholden.it

“Chiamami papà” di Marco Palagi: un romanzo che lascia vibrare corde vere che risuonano ancora, a lettura conclusa, come un eco…

a cura di close-up.info – Alessandro Izzi

Ha tutto il sapore del cinema indie americano, questo Chiamami papà, romanzo di Marco Palagi edito da Giovane Holden edizioni nel 2020.
Ha il sapore di un cinema piccolo, ma vitale, che affollava (prima del Covid) le vetrine di un Festival come il Sundance di Robert Redford, o come il Tribeca di De Niro e che poi arrivava sui nostri schermi quasi in sordina, per le programmazioni d’essay di chi era alla ricerca di un cinema d’autore senza stravizi o eccessi di intellettualizzazione.
Un cinema multietnico, a dirla tutta, che parla italoamericano, ma che strizza l’occhio, con inesausta nostalgia, alle vecchie commedie romantiche anni ’80 e ’90, discendenti, a loro volta, dalla grande tradizione del cinema di un Lubitsch che ancora ci indica la strada di una perfezione irraggiungibile.

continua a leggere sul sito

Acquista il libro in versione cartacea o in versione e-book

Loris Grassulini presenta “Le strane circostanze”: la vita, in fondo, non è altro che una magmatica poliritmia di strane circostanze.

a cura di gliscrittoridellaportaaccanto.com

Loris Grassulini, bentornato sul blog Gli scrittori della porta accanto. Com’ è nato il progetto di questo libro, sono nati prima i racconti o prima il titolo?

Buongiorno e grazie per questa opportunità. I racconti sono nati in modo del tutto autonomo e indipendente da quello che poi sarebbe diventato il progetto finale, ovvero una raccolta. Ad essere onesto ci sarebbero altri due racconti che originariamente dovevano aggiungersi ai 14 presenti in ‘Le strane circostanze’, ma essendo piuttosto lunghi rispetto alle dimensioni definite standard per un racconto appunto, saranno pubblicati a parte in un secondo momento sotto forma di ‘romanzi brevi’ o ‘racconti lunghi’ che dir si voglia. Scrivere è un mio atavico vizio, ma per la prima volta mi sono cimentato con la forma del racconto, e a dire il vero è la forma che ad oggi sento più mia.

continua a leggere sul sito

Acquista il libro in versione cartacea o in versione e-book

“Creature” di Andrea Mambretti: un romanzo dalla fresca originalità

a cura di abookplaylist.blogspot.com

Ho agguantato questo libro, spinta da due precise idee: primo, avevo bisogno di un horror fantasy che mi rinfrescasse un po’ e mettesse qualche brivido di paura, secondo, il titolo mi aveva troppo incuriosita per lasciarmelo sfuggire.
Così mi sono avventurata in una full immersion, trasportata dalla voce narrante di Sergio che, in prima persona, parla della sua disavventura (eh, eh!). Giochi di parole a parte, all’inizio il racconto ci presenta alcuni personaggi e, anche se non direttamente, rende perfettamente riconoscibile quale di questi nasconda la Creatura dentro di sé.

Continua a leggere sul sito

Acquista il libro su www.giovaneholden.it

“Il mallo verde” di Sandra Colomberotto: una buona lettura estiva, breve, lineare, veloce e con un linguaggio fresco

a cura di abookplaylist.blogspot.com

Mi è sempre piaciuto il folklore, adoro scoprire leggende di altri paesi, le origini e le radici che permeano in una terra, e ancora di più amo le leggende del nostro territorio, fra cui anche quello campano, elemento che caratterizza questo breve romanzo che narra le vicende di Danila, di un lutto e di una scoperta nella magica atmosfera di un piccolo comune della provincia di Benevento. Confesso che ne sono stata attratta specialmente per la mia curiosità per la figura della janara, che spero di approfondire in questi giorni grazie alla rubrica #abookfolklore che porto avanti sulla mia pagina Instagram. “Il mallo verde” è il romanzo d’esordio di Sandra Colomberotto, veneta come la sottoscritta e viaggiatrice.

Continua a leggere sul sito

Acquista il libro in versione cartacea o in versione e-book

“Corpora mundi” di Gaetano Cinque: il corpo del mondo è tutto ciò che vive

a cura della giornalista e poetessa Carla Rosco

Corpora mundi di Gaetano Cinque, ovvero che voglia di andare di volata nell’isola di Lanzarote, di essere immersi in una natura aspra e forte, di essere inondati da un oceano di sensazioni visive, sonore, sensuali e sessuali.
Il corpo del mondo è tutto ciò che vive e che per farlo prende molteplici forme.
Il protagonista è affascinato e travolto da questa fantasmagorica dell’umano e del non umano, e cerca di coinvolgere chi gli sta vicino senza quasi mai riuscirci, poiché siamo ben organizzati a tracciare confini, steccati e quant’altro per sentirci protetti, in realtà svilendo le nostre possibilità di godere e di far godere:

In quali tenebre e in quanti pericoli
trascorriamo quel poco di vita che ci è data.

Come non vedere che la natura niente altro ci chiede
se non che il corpo sia disgiunto dal dolore
e gioisca libero da ogni preoccupazione e timore?

Così Lucrezio, amato e citato dal protagonista Antonio, professore di filosofia.
Per i suoi metodi di insegnamento viene allontanato dalla scuola e si trova a soggiornare per due mesi a Lanzarote, in compagnia di una sua collega e amante, Clara. Antonio e Clara hanno una preesistente vita familiare non serena e nell’isola la loro convivenza non è facile.
Le turbolenze di Antonio mettono sotto pressione Clara che, pur affascinata da una vita più libera, preferisce scelte collaudate: vuole essere moglie e madre.
Fuori ribolle l’oceano, nel loro appartamento i corpi configgono e raramente si incontrano in affetto e vicinanza.
Poi arriva la pandemia di Covid a complicare, a generare nuove turbolenze fino alla decisione di Clara di tornare in Italia.
Antonio contesta, attacca, si allontana dalla realtà con fantasie anche filosofiche estreme, ma alla fine si ritrova accanto a Clara per rientrare in Italia.

Una scrittura serrata, personaggi risucchiati dalla prepotente vitalità del protagonista che, come le onde dell’oceano, ribolle e si slancia su quello che lo circonda.

Acquista il libro su www.giovaneholden.it