“Il bello non sazia”

Convenzionali

di Gabriele Ottaviani

Il bello non sazia, Ilarione Loi, Giovane Holden. Brillante e divertente, ambientata in un’Italia futura ma non troppo, questa storia corale induce al diletto e alla riflessione: nel tempo molte cose sono cambiate, il paese è tornato a essere una monarchia, l’arte è stata messa al bando, le religioni sono ormai estinte e nella popolazione si nascondono nuove razze mutanti, che si alimentano attraverso cibi assai particolari, come atti di gentilezza, bellezza o paura… Simbolico, distopico, profondissimo.

View original post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.