“Il ragno nascosto”

Convenzionali

di Gabriele Ottaviani

Tutto prendeva vita in qualche modo…

Il ragno nascosto, Erika Caser, Giovane Holden. Isabel è una sedicenne che non cerca particolarmente la compagnia dei suoi coetanei, preferisce più che altro rifugiarsi nella bellezza, nell’arte, nella letteratura, e vive in un’augusta magione appena fuori Merano, dove l’atmosfera non è certo quella di una famiglia affiatata, anzi, il tempo sembra scorrere in modo piuttosto neghittoso e abulico: spinta dalla curiosità, un giorno viene in possesso della chiave della soffitta, dove penetra e, come se varcasse la soglia di un’altra dimensione, si imbatte in una strana creatura, che inizia a narrarle una storia sconvolgente… Allegorico, intrigante, efficace.

View original post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.