“La moanarchia di Borgoferro” di Simone Corona: una storia molto attuale!

a cura di librimagnetici.blogspot.com

Le periferie delle grandi città italiane sono da sempre uno sfondo ideale per storie di vita e di umanità diverse; oggi, però, è difficile (a mio personalissimo parere) trovare scrittori che non cadano nel banale o in pallidi tentativi di ricalco degli indimenticati “ragazzi di vita” pasoliniani. Ma i personaggi dello stato immaginario di Borgoferro sono talmente vividi e reali che ci portano in una lettura coinvolgente e che non delude. È come un sistema, la cittadina di periferia di Ponteferro, dove Rico e Lele trascorrono le loro vite, formato da una quotidianità tanto diversa (il nonno con l’inizio di demenza, gli amici che cercano di formare una band musicale, i tossici sulle panchine del parco) quanto beffarda nel suo senso di ineluttabile sconfitta.

continua a leggere sul sito

Acquista su www.giovaneholden.it

“Il picnic delle storie”

Convenzionali

di Gabriele Ottaviani

Il centro porta il nome di Elettra…

Il picnic delle storie, Silvana Minigrilli, Giovanna Reboa, Giovane Holden. Due amiche, una in Italia, l’altra in Scozia, decidono di combattere la lontananza imposta dal lockdown scrivendo racconti, lavorando separatamente su una storia dallo stesso titolo in vista dell’appuntamento della domenica pomeriggio, via Skype, per leggerle e commentarle insieme, dando vita a un bouquet di narrazioni convincenti e coinvolgenti tutte al femminile che raccontano di rimpianti, ribellioni e autodeterminazione, mostrando il potere salvifico della scrittura e degli affetti: da leggere.

View original post