“Il mattino ha il nero in bocca”

Convenzionali

di Gabriele Ottaviani

Tanto ci finiremo presto tardi tutti dentro una tomba…

Il mattino ha il nero in bocca – Una nuova indagine di Cora Ester Milano, Franco Sorba, Giovane Holden. Ritiratasi in un residence in Toscana gestito da suore laiche dopo la prima ondata di Covid per cercare di tenere il più possibile lontano da sé, come fecero i protagonisti della più celebre opera di Boccaccio, il morbo, Carla Boni Maggiora Tedeschi, amica di Cora, desta con mezzi di fortuna quest’ultima una mattina all’alba, in quel di Moncalieri, in preda all’agitazione più pura: il male è nell’eremo, un male di cui nessuno vuole che si sappia alcunché e di cui non si conosce niente, si sa solo che fa diventare la bocca nera e conduce alla morte, cui tutti ormai sono rassegnati, tanto che nel giardino della comunità monastica è già stata scavata una fossa per ciascuno. Ma…

View original post 25 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.